L’ITALIANITÁ A TAVOLA CON ARMANI RISTORANTE

3 mins read
Start

Immerso nel cuore di Manhattan a New York, affacciato sulla Fifth Avenue, troviamo un esclusivo angolo italiano. Un luogo dove anche nel più classico dei piatti, l’essenza della tradizione culinaria italiana è esaltata fino nei minimi dettagli. Tutto questo è Armani / Ristorante, dove sotto la sapiente guida dello chef umbro Michele Brogioni, la cucina ha un compito ben preciso: tradurre in campo gastronomico ciò che Armani rappresenta nella moda.

«Il cibo fa parte di un’idea molto italiana del bel vivere. Rappresenta con eleganza quella semplicità sofisticata che mi appartiene e che dalla moda ho voluto portare anche nei miei ristoranti». Cosi dichiara il Maestro Giorgio Armani, ed ecco spiegata l’impronta che fa da filo conduttore a tutti i 25 locali Armani inaugurati, a partire dal 1998, nei tre continenti (America, Europa e Asia).

 

Ma come si rappresenta il meglio della nostra tradizione culinaria? Non bastano semplicemente i prodotti freschi e di prima qualità per riuscirvi, i locali Armani hanno un rigido protocollo. A cominciare dalla cucina: la maggior parte degli chef che li guidano sono italiani o, in alternativa, hanno maturato esperienze significative nel Bel Paese. E anche il design dei ristoranti, sobrio e uniforme in tutto il mondo, ha l’obiettivo di non distogliere l’attenzione dal piatto. Così come nelle boutique, in passerella o per strada il protagonista deve essere l’abito, qui il protagonista deve essere il cibo.

«Ho un grande rispetto per il cibo» dice Giorgio Armani «Per me è espressione di legame con la tradizione, di cultura e piacere. Per noi italiani il cibo è casa, è il momento in cui ci si ritrova intorno alla tavola. In ognuno di noi c’è il ricordo di cibi magari semplicissimi, che hanno scandito le domeniche e le occasioni speciali».

Non è un caso se nel menù Armani Ristorante, anche di New York, potrete trovare, i tortelli alla piacentina, conditi con burro fuso e parmigiano, che preparava sua mamma e anche omaggio alle origini emiliane del Maestro; O il pollo arrosto con le patate, ricordo dei pasti in famiglia, da bambino; Gli spaghetti alla Bisanzio con pomodoro fresco e basilico. Oltre, ovviamente, ai riferimenti al capoluogo lombardo, città fondamentale per lo stilista, celebrata da ricette iconiche come il risotto Armani Milano, con pistilli di zafferano mantecato al Parmigiano 24 mesi, e la costoletta di vitello con rucola e pomodorini.

 

Piatti straordinari e di sicuro effetto, anche all’estero, dove il cibo italiano è simbolo di eccellenza. E Re Giorgio lo è da sempre.

Armani / Ristorante
717 5th Ave, New York, NY 10022, Stati Uniti
Lunedì – Sabato: 12:00 – 15:45 / 17:30 – 20:00

Previous Story

IL NUOVO SINGOLO DI BILLIE EILISH

Next Story

THE FLATIRON ROOM, IL LOCALE DEL WHISKY

Latest from Ristoranti a New York