IL 3 DICEMBRE SI CONCLUDE “LA CASA DI CARTA”

3 mins read
Start

Nei momenti importanti non si può tornare indietro”: parola di Tokyo, una delle punte di diamante della squadra del Professore. Per chi non conoscesse i rapinatori de La casa di carta ha ancora tempo per mettersi in pari su Netflix prima dell’arrivo dell’ultima stagione. Questa segna la fine delle avventure dei banditi in tuta rossa e maschera di Dalì. I maghi del crimine spagnolo arrivano sulla piattaforma streaming con le prime cinque puntate della quinta stagione il 3 settembre. Ma le cinque puntate conclusive saranno disponibili solo dal 3 dicembre, per chiudere in bellezza e con una scarica d’adrenalina questo 2021 seriale.

Dove eravamo rimasti (spoiler alert)

La fine della stagione precedente, la quarta, de La casa di carta si è conclusa in modo tragico e inaspettato. Dopo la perdita di uno dei membri della banda, la tensione nella Banca di Spagna è altissima. I ladri protagonisti sono ormai chiusi nell’edificio da oltre 100 ore. L’ispettore Alicia Sierra ha stanato il Professore (Alvaro Morte) dopo aver catturato la sua partner Lisbona (Itziar Ituno). La tensione è altissima e il gruppo si trova allo sbando, dopo il “tradimento” di Palermo (Rodrigo De la Serna). C’è chi incolpa Tokyo (Ursula Corberò). Sono stati trascinati di nuovo in azione per mettere al sicuro l’allora fidanzato Rio (Miguel Herràn) per poi mollarlo rapidamente (ancora una volta). La nostalgia per Berlino (Pedro Alonso) è struggente e le chance di sopravvivere all’incursione dell’esercito iberico si assottigliano.

Il futuro della serie

Le anticipazioni di trama sono a dir poco centellinate e lo stesso cast ha la bocca cucita per non rovinare la sorpresa. Le riprese si sono appena concluse tra Spagna, Portogallo e Danimarca. Sono iniziate ad agosto scorso, ma hanno subito rallentamenti a causa dell’emergenza sanitaria. Accanto ai volti storici della fede troviamo una coppia di sex symbol: l’amatissimo Miguel Angel Silvestre, già protagonista di Sky Rojo e di Sense 8, e Patrick Criado, ancora un volto sconosciuto qui in Italia. “Abbiamo pensato più di un anno a come far sciogliere la banda, mettere il professore alle corde e portare alcuni personaggi in situazioni irreversibili. Il risultato è la Parte 5 di La Casa di Carta. La battaglia raggiunge i livelli più estremi e selvaggi, ma la stagione è quella più eccitante ed epica di sempre”. Spiega lo showrunner Alex Pina.

E pensare che nella madrepatria la storia non aveva affatto conquistato il pubblico e lo stesso ideatore aveva chiuso il cerchio con la fine della prima stagione, per poi vedersi offrire su un piatto d’argento un “ripescaggio” eccellente da parte della piattaforma.

Previous Story

I SKINNY JEANS AL CAPOLINEA ? SI NELLA COREA DEL NORD

Next Story

A ROMA L'APPLE STORE PIÙ GRANDE D'EUROPA

Latest from News

GLI NFT DI STRANGER THINGS

Netflix ha collaborato con Candy Digital per produrre una serie di oggetti da collezione NFT di Stranger Things. La prima raccolta