COTE NY: RISTORANTE COREANO 1* MICHELIN

2 mins read
Start
Quando un locale barbecue coreano vuole distinguersi da tutti gli altri posti barbecue coreani, ha essenzialmente tre variabili con cui giocare: carne, calore e contorni. E Cote Korean Steakhouse ne è decisamente all’ altezza, lo dice anche il New York Times definendolo come “Il miglior posto per mangiare un buon BBQ coreano a New York”.
Cote, un ristorante progettato in modo elegante suddiviso in panche davanti e cabine per cushier nella parte posteriore e un tavolo in piedi che taglia in due lo spazio, è uno dei posti più esaltanti della città per mangiare carne. Ciò che distingue Cote è il fatto che Kim e lo chef David Shim abbracciano le affinità tra i punti barbecue coreani e i steakhouse stereotipicamente americani.
La carne che Cote offre, è una carne di manzo di prima qualità invecchiata da una settimana a quattro mesi e mezzo in un locale più fresco al piano di sotto. Una stanza rossa un po alla serie tv America Horror Story, ma che il proprietario Simon Kim afferma “la luce rossa rende la carne più sexy”… Mentre la preparazione dei cocktail e lo svolgimento della serata avviene in un grande spazio aperto del locale al piano di sopra, cosi che anche gli ipotetici clienti che passeggiano fuori possano ammirare il via vai del ristorante. La carne viene cucinata personalmente come la si preferisce sulla piastra personale dei tavoli.
Altre differenze sono più sottili: Piatti combinati costosi di carni invecchiate 150 giorni, tipici dei punti grill coreani, vengono annullati a favore di quel conveniente prix-fixe, chiamato “Butcher’s Feast“, il che significa che anche un commensale solista può assaggiare un menu degustazione di quattro diversi tagli invecchiati 45 giorni per un prezzo equo.
Il pasto finisce con una scodella di kimchi speziato per aiutare la digestione.
Cote Korean Steakhouse
116 W 22nd St, New York, NY 10010, Stati Uniti
domenica – mercoledi: 17.00 / 23.00
giovedì – sabato: 17.00 / 01.00
Previous Story

SELENA GOMEZ E LA SUA PRIMA LINEA BEAUTY

Next Story

UN TRISTE ADDIO ALLE VETRINE DI BARNEYS

Latest from Ristoranti a New York