CLOTILDE BRERA: IL MIX & MATCH DI MILANO

4 mins read
Start
In un angolo nascosto nel cuore di Brera, affacciato sulla bellissima Basilica di San Marco, Clotilde Brera è un omaggio a Milano e al quartiere degli artisti.  L’atmosfera di questo quartiere è ovunque, partendo dal pavimento di Clotilde Brera trovato da Sabrina Mazzaferro, founder e cuore creativo, per la prima volta in una casa d’epoca di inizio ‘900 in via Solferino, che diede il via a tutto. Un pavimento dalla trama a lisca di pesce, realizzato dall’ incontro tra marmi bianchi di Carrara e neri di Marquina. Uno stile molto milanese e prezioso, raro da trovare. Stile vintage e spirito contemporaneo all’ interno. Punti luce dalle linee essenziali che duettano con specchiere e bottigliere degli anni Cinquanta. All’ingresso, un lungo banco bar dà il benvenuto, mentre una scala, in fondo alla sala, conduce alla terrazza: un luogo dalla vista privilegiata sulla storica piazza San Marco, con la sua chiesa duecentesca, là dove nell’Ottocento sorgeva il laghetto che collegava Brera al resto della città. Una terrazza dove, con il bel tempo, si può cenare o bere un drink per l’aperitivo. Ambientazione e Cucina parlano lo stesso linguaggio, grazie alle proposte dello Chef Domenico Della Salandra.Nel menu, una sezione è completamente dedicata alla tradizione meneghina, riletta con leggerezza da Della Salandra, con piatti che vanno dal risotto alla milanese all’ossobuco, dalla lingua in salsa verde ai nervetti. Poi, spazio a una cucina godibile e contemporanea, che punta sull’essenzialità dei sapori e delle tecniche della cottura. Nessuna distinzione canonica tra portate, ma tre sezioni da cui attingere liberamente: “Per iniziare”, dedicata alle entrate, leggere e golose, spesso vegetali, “Piatti di mezzo”, il cuore dell’esperienza gastronomica, e “Per finire”, consacrata ai dessert.  La parola d’ordine qui è mixare, il più possibile, cosi accanto alla cucina d’autore troviamo una drink list d’eccellenza firmata da Filippo Sisti per accompagnare e arricchire ogni pietanza di nuovi equilibri. Per chi vuole affidarsi al food pairing, ci sono tre abbinamenti cocktail-piatto studiati appositamente da Sisti e Della Salandra. Ultima cosa: il locale è dedicato a una principessa, a Maria Clotilde di Savoia, quindi non vi meravigliate entrando dei tantissimi fiori all’ interno. Emozionano sempre, esprimono femminilità e danno il benvenuto agli ospiti. Le piante raccontano la Milano dei cortili e delle case di ringhiera. Spazio a peonie e ortensie e all’aspidistra, varietà locali diffuse tra ‘800 e ‘900.  La yucca è il punto di rottura, più attuale e di tendenza, perfetta per il mix&match di Clotilde.  Clotilde Brera piazza San Marco, 6, Milano aperti da martedì a sabato dalle 12.00 – 14.30 e dalle 18.30 – 23 lunedì / domenica dalle 12.00 – 15.00
Previous Story

BAPE: Il nuovo pattern "Neon Tokyo".

Next Story

RIHANNA PROPONE UN SEXY SAN VALENTINO

Latest from Ristoranti a Milano