folla in strada per il black friday
/////

Black Friday issue. Perché molti brand si schierano contro?

3 mins read
Start

A conclusione della frenetica settimana di sconti e promozioni protrattasi fino al famigerato Cyber Monday, è bene fare il punto della situazione su quello che rappresenta il Black Friday nel 2022 sia dal punto di vista dei compratori che dei brand stessi.

Il black Friday, che da anni ormai si è trasformato in una vera e propria black week, è uno degli eventi più attesi dell’anno dagli amanti dello shopping nonché dai venditori stessi che periodicamente registrano un considerevole aumento delle vendite associate a questo periodo. Ma allo stesso tempo sta diventando una delle questioni più discusse e polemizzate sia in ottica commerciale che ecologica.

Ideato dai grandi magazzini Macy’s nel 1924, Il Black Friday ha assunto oggi dimensioni globali che lo rendono una vera catastrofe in termini di impatto ambientale se si considera che gli acquisti, per lo più fatti online, presuppongono una macchina logistica che si regge sia sull’impiego massiccio di trasporto su strada, sia di imballaggi di plastica e carta.

billboard del black friday

Infatti un numero crescente di marchi e compagnie si sta allontanando dai tipici saldi del Black Friday e sta sfruttando la giornata per prendere posizione, fare la differenza o entrare in contatto con i clienti con un tipo di narrazione più alternativa ed etica.

Ci sono ad esempio start up e brand attenti all’ambiente che si schierano apertamente contro il questa ricorrenza coniando nuovi hashtag e optando per scelte radicali, come chiudere i negozi nei giorni degli acquisti folli o devolvere tutto il ricavato a progetti sociali, come nel caso di Everlane che con il suo Black Friday Fund, fa una donazione associata ad ogni acquisto o la più nota Save The Duck, brand specializzato nell’outwear 100% animal-free, che contribuirà alla realizzazione di un progetto umanitario in Afghanistan e inoltre per ogni giacca acquistata tra il 26 e il 30 novembre,  il brand donerà una giacca a centri rifugiati in Italia e negli Stati Uniti.

Rei store chiuso per il Black Friday

Tra le altre aziende che partecipano a questo “boicottaggio” possiamo citare Ocean Bottle, Monki, Allbirds, Deciem con la sua iniziativa di Slowvember  o Fjällräven, Il famoso marchio di borse e abbigliamento outdoor che utilizza il Black Friday per attirare l’attenzione sui suoi articoli di lunga durata, definendolo “Long-term Investment Friday”. A Reinterpretare il senso del black Friday ci pensano anche grandi colossi come Ikea che lancia una campagna chiamata #BuybackFriday per incoraggiare i suoi clienti a rivendere i loro mobili usati e indesiderati direttamente allo store e Google che ha trasformato il Black Friday in #BlackOwnedFriday mettendo la sua piattaforma a supporto delle attività gestite da persone di colore.

Altri brand come Patagonia e Freitag hanno ideato delle iniziative Green Friday basate sullo scambio, come alternativa anticonsumistica all’acquisto, dimostrando che le soluzioni per mantenere un buon engagement con i propri clienti sfruttando questo particolare periodo in maniera più consapevole, sono illimitate.

patagonia campaign

Previous Story

Alessandro Michele lascia ufficialmente Gucci. E ora?

summer2023 campaign balenciaga with child
Next Story

I nuovi risvolti dello scandalo Balenciaga. Come il brand sta cercando di riconquistare la stima del suo pubblico.

Latest from Beauty

OFF-WHITE DEBUTTA NEL BEAUTY

Off-White debutta nell’universo beauty con Paperwork un concept  genderless incentrato sull’espressione personale.