summer2023 campaign balenciaga with child
//

I nuovi risvolti dello scandalo Balenciaga. Come il brand sta cercando di riconquistare la stima del suo pubblico.

4 mins read
Start

Dopo oltre una settimana dalla pubblicazione dell’infelice campagna pubblicitaria per la summer2023 che ha generato uno sdegno di livello praticamente globale, la casa di Moda Balenciaga sta ancora facendo i conti con le conseguenze del caso. A scatenare la polemica sono state le foto della campagna “Balenciaga Objects”, scattate dal fotografo Gabriele Galimberti, che vedeva protagonisti dei bambini che stringevano borse a forma di orsacchiotto con imbracature BDSM, le stesse viste nell’ultimo show del brand. Molto prevedibilmente a seguito della diffusione degli scatti che ritraevano minori circondati da oggetti della collezione, in particolare lo zainetto Plush Bear  con indosso un completo sadomaso, insieme ad altri scatti pubblicitari in cui compariva sullo sfondo del set una pagina di una decisione della Corte Suprema che vieta la pornografia infantile, la sollevazione dei social è stata unanime.

balenciaga summer 2023 campaign Objects

Nonostante l’indole provocatoria sia sempre stata una delle cifre stilistiche di Balenciaga, questa volta lo stesso brand ha dovuto dichiararsi responsabile delle scelte di una comunicazione offensiva e pericolosamente soggetta a misinterpretazioni.

Dunque subito dopo l’immediata rimozione delle immagini la Maison ha pubblicato storie e post su instagram scusandosi per l’accaduto. «Le nostre borse di peluche non avrebbero dovuto essere presenti con i bambini in questa campagna. Abbiamo immediatamente rimosso la campagna da tutte le piattaforme».

Poco dopo, il brand ha reso pubblici tramite un’ulteriore storia i provvedimenti che avrebbe preso in merito a questo enorme errore: «Stiamo intraprendendo un’azione legale contro le parti responsabili della creazione del set e dell’inclusione di articoli non approvati per il nostro servizio fotografico della campagna Spring 23. Siamo per la sicurezza e il benessere dei bambini».

logo Balenciaga store

Effettivamente Balenciaga ha chiesto un risarcimento di almeno 25 milioni di dollari alla società di produzione dietro la campagna pubblicitaria, intentando inoltre una causa presso la Corte Suprema dello Stato di New York a Manhattan, sostenendo che la società di produzione North Six Inc. e lo scenografo Nicholas Des Jardins hanno utilizzato documenti relativi a un caso di pornografia infantile nelle foto della campagna pubblicitaria senza autorizzazione.

In questo clima di indignazione e confusione generale era inevitabile che molti vip con cui la casa di moda del gruppo Kering era solita collaborare, prendessero le distanze. Prima fra tutte, Kim Kardashian che ha prontamente espresso la volontà di rivalutare il suo rapporto con Balenciaga.

Domenica, Kardashian ha comunicato ai suoi 334 milioni di follower su Instagram che la sua futura relazione con il marchio si baserà sulla sua “disponibilità ad assumersi la responsabilità per qualcosa che non sarebbe mai dovuto accadere” aggiungendo che “La sicurezza dei bambini deve essere tenuta con la massima considerazione e qualsiasi tentativo di normalizzare gli abusi sui minori di qualsiasi tipo non dovrebbe avere posto nella nostra società”.

kim instagram story su Balenciaga

Il Brand, nel frattempo, continua a fare ammenda tramite i suoi annunci sui social, scusandosi, assumendosi la colpa dell’accaduto a aggiornando al tempo stesso la sua audience sulle modalità con cui ha in programma di fare chiarezza sulla situazione per porvi rimedio.

folla in strada per il black friday
Previous Story

Black Friday issue. Perché molti brand si schierano contro?

modello con gli original Boots rosa shocking Jimmy Choo x Timberland
Next Story

Jimmy Choo x Timberland. La collaborazione di quest’anno ha come tema la città di New York.

Latest from Fashion