Quando vegan non è solo food

2 mins read
Start

Sergio Rossi collabora con Rosie Assouline per la realizzazione di un nuovo modello di scarpe: con il nuovo capitolo creativo di srAddiction, l’azienda di calzature non abbraccia solo lo stile elegante della designer ma anche la sua filosofia vegan, per quanto riguarda l’utilizzo dei materiali. Nasce così la prima collezione di scarpe vegane firmata Sergio Rossi.


La collezione comporta da décolleté, mules e ballerine, è stata realizzata con l’ utilizzo della seta, proposta in quattro colori diversi, dal nero al bianco brillante, al rosso, al motivo floreale nelle note azzurre. Tutto impreziosito con nappine di micro perle.
Rosie Assouline nota per la femminilità e la filosofia vegan, ha reinterpretato la collezione sr1 di Sergio Rossi per dar vita ad una Limited Edition che unisce l’eleganza senza tempo del Made in Italy e lo stile eccentrico newyorkese.

Ho avuto la fortuna di visitare gli uffici, l’archivio e la fabbrica di Sergio Rossi in Italia lo scorso autunno ” – ha affermato Rosie Assoulin, fondatrice e designer del dell’omonimo brand americano – “Ero entusiasta di collaborare a questo progetto in quanto è stata la prima offerta vegan di Sergio Rossi. Siamo stati ispirati ad aggiungere alcuni elementi giocosi ma classici, e cosa c’è di più classico delle perle?“.

Sergio Rossi, azienda italiana di calzature e accessori da donna nata nel 1935, ha sempre rivolto una particolare attenzione alla sosteniblità, tanto da lanciare nel 2009 le Eco Pump, una décolleté biodegradabile realizzata con legno liquido e con pelli conciate. Non solo, qualche anno dopo, ha stretto una partnership con Eco-Age per sviluppare la collezione “Green Carpet”, composta da modelli eco-sostenibili.
La capsule collection sarà venduta al prezzo di €595,00 è disponibile presso il sito ufficiale sergiorossi.com e presso il flagship store Sergio Rossi a New York.

Previous Story

PER CHANEL È GIÀ NATALE

Next Story

L’ INVERNO STA ARRIVANDO !

Latest from Fashion

GUCCI REGALA STELLE

Stasera, in occasione del fenomeno astronomico detto Superluna di Sangue, ossia un’eclissi