LA SFILATA YSL NEL DESERTO DEL SAHARA

2 mins read
Start

La sabbia non è solo un elemento naturale, o un colore capace di evocare paesaggi soleggiati e paradisiaci. È un’ispirazione continua che, nelle sue numerose simbologie, rappresenta lo scorrere inesorabile del tempo all’interno di una clessidra. Ma il deserto è anche un luogo di pace unico, e quello del Nord Africa, è parte fondamentale dell’ héritage della maison Saint Laurent. Non a caso, il museo Yves Saint Laurent inaugurato da Pierre Bergé nel 2017 sorge proprio a Marrakech. E oggi la cresta ondulata della duna di sabbia più alta del deserto diventa una passerella essenziale per i look della nuova collezione donna primavera/estate 2021 di YSL.

 

Tutti i codici della maison sono reinterpretati con essenzialità in look dalle forme pure e morbide. I capi in maglieria reinventano una maglia spessa scoperta dagli archivi Saint Laurent di fine anni Sessanta. Le silhouette sono delineate senza stringere il corpo. Tute intere, con o senza maniche, e bluse fluide abbinate a shorts minimali, enfatizzano la ricerca di un guardaroba essenziale. Un gilet a V, una giubba con tasche spaziose, una giacca lunga con spalle definite, sono presentati come tante nuove versioni dall’inconfondibile giacca smoking Saint Laurent.

 

I look della nuova collezione donna SS21 presentano stampe floreali multicolor nei top e negli abiti di chiffon. La sensualità Saint Laurent arriva alla sua massima espressione nelle culotte in pizzo e nelle bluse trasparentiI gioielli illuminano i colori tenui di una collezione dedicata alla libertà di movimento.

 

La sfilata si conclude nel buio del deserto, con un messaggio illuminato da parte del designer della maison YSL, Anthony Vaccarello: I wish you were here

Previous Story

MARIAH CAREY PROTAGONISTA DI SUPREME

Next Story

SINGULAR SOCIETY: L'INIZIATIVA LOW COST DI H&M

Latest from Fashion

GUCCI REGALA STELLE

Stasera, in occasione del fenomeno astronomico detto Superluna di Sangue, ossia un’eclissi