IL GRUPPO LVMH È IL RE DELLE BORSE

2 mins read
Start

Lvmh conquista la vetta dei listini di Parigi. Secondo quanto si legge su Fashionnetwork, il colosso del lusso, infatti, lunedì ha battuto un record storico “raggiungendo la maggiore capitalizzazione del mercato borsistico parigino”. Negli ultimi dodici mesi (novembre 2019-novembre 2020) il titolo del gigante del lusso ha segnato un incremento quasi del 22%. Negli ultimi 30 giorni il balzo è stato di quasi il 17%. Attualmente il prezzo di cambio delle azioni del gruppo si aggira al momento intorno ai 496€. Moltiplicando il numero delle azioni per il prezzo di mercato, il loro valore complessivo è di 250 miliardi di euro.  La più alta capitalizzazione in Francia dopo L’Oréal (171,43 miliardi) e la casa farmaceutica Sanofi (107,01 miliardi). Il principale competitor Kering si aggira sui 76,34 miliardi.

Il gruppo di Bernard Arnault non è immune alla crisi innescata dalla pandemia Covid-19, ma, secondo i dati resi noti a metà ottobre, rispetto al gruppo Kering, si è ripreso immediatamente dai problemi economici causati dal lockdown. Il punto di svolta si è avuto nel terzo trimestre dell’anno, periodo durante il quale la flessione dei ricavi che era al 21% è stata riassorbita arrivando al solo 7%,. Un particolare recupero del settore moda che, trainato da Louis Vuitton e Dior, ha visto le revenue salire del 12% e tornare sostanzialmente agli stessi valori del pre-lockdown. 

Pochi giorni dopo la pubblicazione della trimestrale, Lvmh ha annunciato il raggiungimento dell’accordo per l’acquisizione di Tiffany & Co a 131,5 dollari per azione, meno dei 135 dollari originariamente pattuiti. Il nuovo accordo valorizza l’azienda newyorkese 15,96 miliardi di dollari. La fusione dovrebbe concludersi all’inizio del nuovo anno. L’operazione (che aveva subìto un brusco arresto lo scorso settembre, con il contestuale avvio di una battaglia legale tra le due parti) permette a Lvmh di rafforzarsi nel segmento della gioielleria, mercato globale da 20 miliardi di dollari nel 2019.

A livello internazionale, a lasciarsi parecchio alle spalle Lvmh in termini di capitalizzazione sono i giganti tech della Silicon Valley, con Apple che sfiora i 2mila miliardi di dollariAmazonMicrosoft e Alphabet (Google) che hanno sfondato il tetto dei mille miliardi di dollari. Distanti anche Tesla (544,10 miliardi) e Facebook (784,96 miliardi).

Previous Story

L'ASTA SPECIALE PER LA GIOCONDA DI LEONARDO

Next Story

TRAVIS SCOTT DEBUTTA NEL MONDO BEAUTY

Latest from Fashion

GUCCI REGALA STELLE

Stasera, in occasione del fenomeno astronomico detto Superluna di Sangue, ossia un’eclissi