/

Estée Lauder “Happy Vintage”

Un momento speciale per gli auguri di buone feste che ti porterà indietro nel tempo” una frase intrigante sull’ invito da parte del brand di cosmetica Estée Lauder. Ed è cosi. Mercoledì 27 Novembre presso il ristornate Savini di Milano per qualche ora gli invitati hanno ripercorso il passato vero e proprio del brand. E per grande sorpresa di tutti non erano i prodotti cosmetici i veri protagonisti, ma i profumi. Il brand con un allestimento spettacolare, ha esposto i suoi profumi storici sui grandi tavoli del ristorante ripercorrendo un arco di tempo che andava dagli anni ’50 fino ai giorni nostri.
Partiamo dal 1953 con Youth Dew, una fragranza intesa, sensuale ed avvolgente, per una donna delicata ma allo stesso tempo femminile. Nel 1968 è stato creato Estée che trae ispirazione dal riflesso di una candela dentro un bicchiere di Champagne con una fragranza potente, sofisticata e sicura. Nel 1972 con Aliage, si pensa a una fragranza per una donna sportiva e amante dell’aria aperta ma con il profumo Cinnabar del 1978 si passa a una donna passionale e senza timidezza. Nel 1985 infine troviamo Beautiful, un profumo con tocchi di accordi agrumati che conferiscono romanticismo a una donna che non vuole essere dimenticata e nel 2014 abbiamo Modern Muse che definisce la donna contemporanea estremamente sicura di se.
(qui sotto i profumi eleganti)

A guidarci in questo viaggio olfattivo è stato il perfumer ed education leader fragrance Simone Lo Bue. L’organizzatrice di questo meraviglioso evento, è stata la nota PR Manager di Estée Lauder, Denise Fraccaro, con una grande esperienza nel settore. Tra i partecipanti anche il make up artist del brand, Luigi Tomio che per l’ occasione consigliava alle sue ammiratrici e followers l’ importanza di utilizzare al meglio dei prodotti makeup per raggiungere un risultato perfetto senza sforzo. 
Ha presenziato all’ evento anche la nostra editrice Maria Vittoria Cusumano.
Un meravigliosa pomeriggio trascorso in un’ atmosfera natalizia che faceva da cornice all’ evento, mentre gli occhi sfuggivano alla ricerca del regalo perfetto da mettere sotto l’ albero.