Celine. La Quintessenza di Parigi.

Sono passati 50 anni dall’ ultima produzione dei profumi della casa di moda Celine, e il grande ritorno è semplicemente un meraviglioso viaggio olfattivo che fa sognare lo spirito parigino tra romanticismo, classicismo e raffinatezza.E dopo il grande cambiamento nel campo dell’ abbigliamento e del logo togliendo l’ accento sulla ultima “e”, il rivoluzionario Hedi Slimane ha deciso di affrontare anche il capo della profumeria firmando la collezione di Haute Parfumerie della casa, la prima dal famoso profumo Vent Fou del 1964: 11 fragranze unisex presentate in una nuova boutique dedicata all’alta profumeria in 390, Rue Saint-Honoré, a Parigi, aperta appositamente a fine ottobre. L’interno della Celine Boutique Haute Parfumerie è studiato con lo stesso spirito dei negozi Celine secondo Hedi Slimane, un meraviglioso “museo delle fragranze” realizzato in marmo bianco e nero Grand Antique, dove i molteplici specchi sistemati su dei ripiani in alabastro, moltiplicano i profumi all’ infinito.Fanno la loro presenza anche pietre ruvide e profili metallici, sistemati squisitamente sotto il segno distinto del gusto parigino. Si aggiungono anche opere d’arte contemporanea come le sculture in legno di Luisa Gardini, le tele astratte di Camilla Reyman e Søren Sejr e Composite Release # 3 di Rochelle Goldberg, quest’ ultima commissionata appositamente per la boutique parigina.
Le 11 fragranze contenute in flaconi dalle linee moderniste, con etichetta bianca minimale, saranno in vendita solo nelle boutique Celine, le prime nove a partire da fine ottobre e due a partire dal 2020.