LA MODA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

4 mins read
Start

È un argomento che ultimante lo stiamo affrontando in tutte le sfumature. Dai consigli su cosa vedere nel periodo di quarantena, a come vestirci per stare bene a casa, a tutte le donazioni e gli aiuti che si stanno facendo in questi giorni. La moda non poteva non fare la sua parte, soprattutto in Italia. La moda è uno dei motori dell’Italia e lo dimostra anche in un momento di difficoltà come questo che stiamo vivendo, reagendo al Coronavirus con iniziative benefiche e donazioni a supporto dell’emergenza sanitaria.

1.Tra i primi ad attivarsi Dolce&Gabbana, attraverso un’importante donazione a Humanitas University, hanno avviato uno studio per mettere a punto nuovi strumenti diagnostici utili a contrastare l’avanzata della pandemia. 

2.Gli Amministratori Delegati e il Presidente di Prada S.p.A. hanno donato due postazioni complete di terapia intensiva e rianimazione a ciascuno degli ospedali milanesi Vittore Buzzi, Sacco e San Raffaele. 

3.Con una donazione di 50.000 euro, l’imprenditore Giuseppe Santoni ha inaugurato una raccolta fondi su gofundme.com, con l’hashtag #NoiSiamoLeMarche, per sostenere l’Azienda Sanitaria unica Regionale (Asur) delle Marche, nel potenziamento dei reparti di terapia intensiva delle strutture sanitarie della regione. 

4.Sergio Rossi supporta l’Ospedale ASST Fatebenefratelli – Sacco di Milano con una donazione di 100 mila euro e lanciando una sfida a tutte le donne che da anni amano indossare le collezioni del marchio. Dal 14 marzo al 20marzo il 100% delle transazioni effettuate su SergioRossi.com verrà devoluto alla lotta contro il Covid-19 anche grazie al supporto e collaborazione di Diana Corp., e-commerce provider del brand dal 2017.  

5.Donatella Versace e sua figlia Allegra Versace Beck hanno donato 200.000 euro al dipartimento di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano in supporto alla lotta contro il Coronavirus. 

6.Edizione Srl, holding della famiglia Benetton, ha donato 3 milioni di euro per sostenere quattro Istituti ospedalieri, impegnati a contrastare l’emergenza Coronavirus in Italia. La donazione riguarda gli ospedali Luigi Sacco di Milano, Lazzaro Spallanzani e policlinico Agostino Gemelli di Roma, Ca’ Foncello di Treviso, città di origine e sede principale di Benetton. 

7.Il gruppo francese Kering, che racchiude molti brand del lusso Made in Italy – tra cui Gucci, Bottega Veneta, Saint Laurent, Balenciaga, Alexander McQueen, Brioni, Pomellato e Kering Eyewear – ha donato 2 milioni di euro a favore degli ospedali italiani.

8.#SEVUOIPUOI è il nome della raccolta fondi lanciata da Elisabetta Franchi sulla piattaforma Gofundme, con una donazione iniziale di 50.000 euro, a sostegno degli ospedali in difficoltà ad affrontare l’emergenza COVID-19. 

9.Il CEO di Bvlgari, Jean-Christophe Babin, ha donato un nuovo microscopio di ultima generazione comprato grazie alla donazione fatta da Bulgari al Dipartimento di Ricerca dell’Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma.

10.Il presidente e CEO di Gucci ha donato, a titolo personale, 100 mila euro all’azienda sanitaria di Reggio Emilia.

11.Malloni contribuisce attivamente alla lotta al Covid-19, donando al Fatebenefratelli Isola Tiberina a Roma i ricavati dalla vendita della calzatura in edizione limitata, realizzata per il 20esimo anniversario del brand.

12.Il gruppo Armani ha donato 1 milione e 250mila euro agli ospedali Luigi Sacco, San Raffaele e Istituto dei Tumori di Milano, Spallanzani di Roma e a supporto dell’attività della Protezione Civile.

Non va aggiunto altro se non un grande GRAZIE DI CUORE !

Previous Story

GOODBYE MET GALA. PER QUEST’ANNO !

Next Story

NETFLIX E AMAZON PRIME VIDEO, NOSTRI ALLEATI

Latest from Fashion

GUCCI REGALA STELLE

Stasera, in occasione del fenomeno astronomico detto Superluna di Sangue, ossia un’eclissi