IL PROFUMO SPAZIALE DELLA NASA

2 mins read
Start

Cosa si prova a fluttuare senza peso?  Che odore ha lo spazio? Oggi, la Nasa sembra porre rimedio a quelle che sono le sfide sensoriali che l’universo pone all’umanità, portando il nostro olfatto dove, finora, poteva arrivare solo la nostra fantasia. Ebbene sì, la Nasa ha imbottigliato l’odore dello spazio e lo ha tramutato in una fragranza da indossare ogni giorno.
Con Eau de Space, creata dal chimico e naso della Omega Ingredients Steve Pearce, si raccoglie il frutto di anni di lavoro e ricerca, esaudendo il sogno dei più fanatici astronauti da cameretta che possono finalmente lasciarsi inebriare dall’odore dell’ignoto. Seguendo le indicazioni di chi, nello spazio, ci è stato veramente, la Omega Ingredients ha realizzato un profumo che sintetizza l’odore dell’ozono, del metallo bollente, della carne bruciata, con un sottofondo di rum e lampone, condensandolo in una boccetta di vetro rettangolare con un’etichetta bianca e omino stilizzato con tuta spaziale. «E’ un odore forte ed unico» racconta l’astronauta della NASA Tony Antonelli «E va al di là di qualsiasi altro odore che possiate mai aver sentito sulla Terra». Gli altri del settore che hanno avuto la possibilità di sentire in anteprima Eau De Space lo hanno descritto come un misto di “Bistecca scottata, lamponi e rum”.


Chi lo desidera può comprarne per poco più di 33 euro (che comprendono anche la spedizione verso l’Italia e la donazione di una seconda bottiglia al programma K-12 STEM) che gli sarà recapitata verso ottobre. La fretta è dettata dal fatto che la società non ha in programma di produrre il profumo in serie al termine, quindi si tratterà di un gadget quasi più unico che raro.

Previous Story

LE SNEAKERS FIRMATE ROGER FEDERER

Next Story

DIOR COUTURE, UN UNIVERSO SURREALE

Latest from Beauty

OFF-WHITE DEBUTTA NEL BEAUTY

Off-White debutta nell’universo beauty con Paperwork un concept  genderless incentrato sull’espressione personale.