8:46 MINUTI DI SILENZIO SU SPOTIFY

3 mins read
Start

Spotify aggiungerà un momento di silenzio di 8 minuti e 46 secondi per selezionare playlist e podcast sulla piattaforma per onorare George Floyd. La durata del momento di silenzio è uguale alla quantità di tempo che l’ex agente di polizia di Minneapolis Derek Chauvin appuntato Floyd per il collo con il ginocchio, causandone la morte e scatenando proteste e manifestazioni universali nelle città degli Stati Uniti e in tutto il mondo.
Il 2 giugno è Black Out Martedì, una giornata di disconnessione collettiva dal lavoro intesa ad aiutare le persone a riflettere e riunirsi a sostegno della comunità nera. In questo giorno – e ogni giorno – Spotify supporterà i nostri dipendenti, amici, partner, artisti e creatori nella lotta contro il razzismo, l’ingiustizia e la disuguaglianza “, scrive l’ azienda in un post sul blog. “Stiamo sfruttando il potere della nostra piattaforma per stare con i creatori di Black, amplificare le loro voci e accelerare conversazioni significative e cambiamenti necessari a lungo. Di conseguenza, noterai alcune modifiche su Spotify a partire dalle 00:01 di martedì.


Oltre al momento di silenzio, Spotify afferma che metterà in pausa tutta la pubblicazione sui social media, sostituirà il podcast principale e le immagini e i loghi delle playlist con un’immagine oscurata e promuoverà in modo più evidente artisti e podcast neri con playlist appositamente curate. L’azienda abbina anche le donazioni finanziarie fatte dai dipendenti alle organizzazioni che combattono il razzismo e l’ingiustizia.
Ma non solo Spotify si ferma, anche cinema, spettacolo e teatro, testate e media del settore si fermano sui social per 24 ore: un blackout di solidarietà. L’iniziativa consiste nell’oscurare il proprio profilo social o condividere un post completamente nero fermando ogni comunicazione per una giornata, in segno di protesta e per riflettere su quanto sta accadendo. L’altro hashtag utilizzato per questa iniziativa, oltre a #blackouttuesday infatti, è #theshowmustbepaused (“lo show deve fermarsi”). Numerosi attori hanno oscurato il proprio profilo: Cara DelevingneNatalie PortmanHilary SwankTimothy Chalamet, Lily-Rose DeppAaron PaulJake Gyllenhaal sono solo alcune delle star che hanno espresso la propria vicinanza all’iniziativa. Non manca nemmeno il mondo della danza: l’American Ballet Theatre ha annunciato la sua partecipazione, così come il suo fondatore Alvin Ailey e la ballerina Misty Copeland.

View this post on Instagram

#justiceforgeorgefloyd #blackouttuesday

A post shared by Cara Delevingne (@caradelevingne) on

Previous Story

OFF-WHITE NON SFILERÀ A SETTEMBRE

Next Story

LA MODA IN COREA VALE BEN 41.5 MILIARDI

Latest from News

GLI NFT DI STRANGER THINGS

Netflix ha collaborato con Candy Digital per produrre una serie di oggetti da collezione NFT di Stranger Things. La prima raccolta