IL FUTURO POST XBOX SERIE X

3 mins read
Start

Phil Spencer, Capo della divisione Xbox di Microsoft,  è stato protagonista di un’ intervista  molto interessante in cui ha affrontato il tema di come presumibilmente sarà il futuro dell’industria del gaming e di Xbox in particolare. Con il lancio di Xbox Series X a ormai poco meno di 6 mesi di distanza, ci si poteva aspettare che il discorso di Spencer fosse incentrato sul come la next gen sarà in grado di cambiare il settore, ma la direzione presa è stata molto diversa: il futuro del gaming, secondo il capo di Xbox, non è più strettamente legato alle console, ma evolverà naturalmente in un’esperienza che potrà essere vissuta nel modo e nel luogo più adatto a bisogni e possibilità di ogni singolo giocatore.

Microsoft ha già iniziato a lavorare per fare in modo che la visione di Spencer possa concretizzarsi il più rapidamente possibile e ciò è particolarmente evidente se diamo uno sguardo a servizi come il Game Pass e il prossimo Project xCloud. Nel caso del Game Pass Microsoft ha cominciato a realizzare quello che molti attendono, ovvero il Netflix dei videogiochi, grazie ad un servizio che offre accesso ad un vasto catalogo di titoli a fronte di un canone mensile.
Ciò che però il Game Pass non è in grado di fare – per completare al meglio la visione di Spencer – è il rendere superfluo il bisogno di possedere una determinata piattaforma di gioco, cosa che invece potrà essere raggiunta grazie a Project xCloudil servizio di gaming in streaming pensato principalmente per essere fruito da dispositivi mobile e – a breve – da PC. Secondo Spencer, infatti, sempre più giocatori hanno fatto del proprio smartphone la loro console e – specialmente nei paesi in via di sviluppo – diventa sempre meno comprensibile stanziare un budget dedicato all’acquisto di un hardware in grado di fare solo una cosa (come le console tradizionali) e di un televisore di buona qualità a cui collegarlo.
 Questo non vuol dire che le console siano destinate a sparire, tutt’altro. Spencer è infatti assolutamente convinto che Xbox Series X non sarà l’ultima Xbox di Microsoft, dal momento che ci sarà ancora un ampio mercato anche per questo genere di dispositivi.
La vera scommessa sarà invece rendere i giochi accessibili al maggior numero possibile di giocatori affinché ognuno possa usufruirne secondo la modalità che preferisce: o comodamente seduto sul divano di casa, davanti ad una console tradizionale, oppure outdoor, utilizzando il proprio smartphone. L’importante è offrire un’esperienza di gioco che sia il più possibile immersiva, inclusiva e condivisa.

 

Previous Story

FINALE SHOCK PER LA CASA DI CARTA?

Next Story

#BLACKLIVESMATTER CONTRO LO STREETWEAR

Latest from News

GLI NFT DI STRANGER THINGS

Netflix ha collaborato con Candy Digital per produrre una serie di oggetti da collezione NFT di Stranger Things. La prima raccolta