THE SIMS È LA NUOVA FASHION INDUSTRY?

2 mins read
Start

Vent’ anni fa usciva sul mercato il gioco The Sims. Ve lo ricordate ? Uscito nel 2000, all’alba del nuovo millennio era una novità assoluta: il primo videogioco di simulazione (da qui il nome) distribuito da EA Games, capostipite della famiglia dei “software games”. Giochi senza una conclusione e un vincitore, dove l’unico scopo era la simulazione della vita vera quanto più realistica possibile. Un gioco che dava e da la possibilità di vivere in tutto e per tutto una realtà parallela; una Second Life in cui realizzare i propri sogni. Qualcuno si è trasformato in un famoso DJ, altri in appassionati del fashion world: rispetto al semplice look t-shirt & jeans del primo capitolo, oggi gli outfit dei Sims sono firmati Versace, Max Mara, Bottega Veneta e via dicendo.

Tutto merito dei “virtual” designer, che ricreano i look visti alle fashion week “vere” e gli item più cool del momento. Come ad esempio @idsims, che si definisce “The Sims 4 CC Creators”, e che realizza e pubblica dei look pazzeschi: dalle tracksuit dei principali brand di streetwear (Adidas, Nike) alle t-shirt di Fiorucci, ai set di Versace, alla it-bag di Dior e gli iconici sandali di Bottega Veneta, senza dimenticare il mondo beauty. The Sims ha pensato anche alle modelle: dal gioco sono nate le Simstigrammers, influencer virtuali che pubblicano le loro foto e stories su account Instagram reali. Una delle più famose è @skinnycleo.

In questo momento di crisi, la realtà virtuale si sta confermando un’ottima alternativa per l’industria della moda, come dimostra la scelta di trasformare Tokyo e Shanghai nelle prime fashion week interamente digitali. Pioniere in questo campo è stato Louis Vuitton che lo scorso anno, per il gioco online League of Legends, aveva realizzato outfit per i giocatori con tanto di baule per trofei (articolo qui).

Previous Story

IL NUOVO CAPO DI ZARA CHE STA FACENDO TENDENZA

Next Story

LEVI’S WELLTHREAD: LA LINEA SOSTENIBILE

Latest from News

GLI NFT DI STRANGER THINGS

Netflix ha collaborato con Candy Digital per produrre una serie di oggetti da collezione NFT di Stranger Things. La prima raccolta